Home
Azienda
News racing
News prodotti
Prodotti
Dealers
Technical service
Gallery
NEWS
 
Storica vittoria di Sam Lowes in WSS

Storica vittoria per il Team Yakhnich Motorsport. Il primo Team russo a vincere una gara di un Campionato Mondiale!

Assen non è una pista qualunque. Soprattutto non è una pista qualunque per il Team Yakhnich, che. Su questo storico circuito fece il suo esordio sulla scena internazionale ne 2008, portando Nadia Yakhnich e Nataliya Lyubimova alla prima qualificazione nella seconda gara del campionato europeo femminile… Su questa pista nel 2011 Vladimir Leonov conquistò il primo storico podio mondiale per un pilota e un team russi, ed oggi la leggenda si è arricchita di un altro importante tassello, con la prima vittoria ottenuta dal team Yakhnich Motorsport grazie alla splendida prestazione di Sam Lowes nella terza prova del campionato mondiale Supersport 2013.
Sapevamo di poter essere protagonisti su questa pista che meglio di altre si addice alle caratteristiche delle nostre Yamaha R6 e dei nostri fortissimi piloti. E infatti alla partenza le cose si sono messe subito bene, con Sam Lowes in seconda posizione (partendo dalla pole) e Vladimir Leonov ottimo settimo per tutto il primo giro.
Spinto dalla voglia di dimostrare finalmente tutto il suo valore, Vladimir ha però commesso un errore alla frenata della variante che immette sul rettilineo proprio alla fine del primo giro, uscendo sulla sabbia dello spazio di fuga perdendo ben dodici posizioni. Gara terribile per lui, che ancora una volta puntava a prestazioni da protagonista. Il passo era per stare in scioltezza con i primi cinque della gara, e forse anche per puntare ad un podio alle spalle di Sofouglu e Lowes, che pur senza spingere al massimo, hanno subito messo un paio di secondi fra loro e gli inseguitori.


Sono andati via insieme e hanno cominciato a studiarsi come fanno i veri campioni. Al settimo giro Sofouglu ha commesso un piccolo errore, forse di proposito, per lasciar andare in testa Sam. Il nostro pilota ha dato prova di estrema intelligenza tattica, restituendo il “favore” poco oltre metà gara... Entrambi sapevano di dover battere un grande avversario per vincere la gara, e nel fare questo hanno permesso a Fabien Foret di avvicinarsi un po’, ma mai abbastanza da impensierirli.

Nel frattempo Vladimir Leonov costruiva la sua gara in rimonta, girando costantemente sul passo dell’1’40” riusciva a recuperare posizioni su posizioni, fino ad entrare in zona punti a metà gara e completare la bella rimonta fino alla dodicesima posizione conquistata al traguardo.
Nella lotta per la vittoria, intanto, al quindicesimo giro Sofouglu ha dato il primo strappo, tentando un allungo. Ha voluto misurare il potenziale di Sam e il risultato è stato per lui deludente: Sam era sempre incollato alla sua ruota, nonostante Kenan spingesse sempre più forte.
Più rapido Sam sul guidato e in frenata, più rapido Kenan nelle accelerazioni. A tre giri dalla fine Sam ha passato il campione con una manovra mozzafiato alla esse che immette sul traguardo. Sofouglu ha patito l’attacco, ma si è rifatto sotto in due giri con la tenacia che tutti conosciamo, e proprio alla fine del primo settore, al tornantino a sinistra, ha sferrato il suo attacco decisivo. Pensava di sfruttare il vantaggio della sua accelerazione nel successivo tratto veloce, ma Sam ha replicato da campione. Gli si è incollato alla ruota e proprio all’ingresso dello “stadio”, sotto gli occhi di migliaia di spettatori sempre assiepati all’ultima chicane, ha sfoderato la sua innata classe con una staccata che ha fulminato Sofouglu e ha minato le sue certezze per il campionato.
Già, perché oggi, ad Assen, Sam Lowes ha concluso la sua carriera di pilota molto veloce e talentuoso, per dare il via ad una più proficua carriera di aspirante campione!

Sam Lowes
Voglio ringraziare Alexander Yakhnich e tutto il team che mi ha messo a disposizione questa fantastica moto. Stiamo lavorando benissimo, sono sempre più veloce e consistente e spero di ottenere altre vittorie come questa nel corso della stagione. Credo sia chiaro ormai che possiamo permetterci di puntare in alto. Ora voglio godermi questa vittoria che meritavamo già da tempo insieme a tutto il team che ha fatto uno splendido lavoro!

Vladimir Leonov
Peccato, ero carico, sapevo di poter fare bene oggi. Ho sbagliato il punto di frenata alla fine del primo giro, la moto si è scomposta e sono stato costretto ad andare nello spazio di fuga perdendo tantissime posizioni. Poi giravamo tutti nello stesso secondo, era difficile recuperare, ma ce l’ho messa tutta per il mio team e per me stesso. Avevo bisogno di finire la gara, ho bisogno di recuperare l’abitudine a lottare per così tanti giri e credo che oggi sia stata una buona prova, nonostante la brutta dodicesima posizione finale.



29/04/2013

 
La nostra pagina Facebook...
 
Bitubo on track
 
Outlet
 
Grazie a...
 
Silkolene